Gli aquiloni

– di A. Avni Er –

Ehi, amici miei, fermatevi! Ascoltate me, che sono qui
Vi sento così vicino
Nei momenti più difficili
Incatenato e circondato dai muri
Che cercano di impedirmi di sognare
Qui, accanto a me
Cerco di afferrare le vostre mani
I miei sogni attraversano i muri
Guardo il cielo azzurro
Ho in mano tanti fili colorati di aquiloni,
Che liberi salgono verso il cielo azzurro con i miei sogni
fili che si intrecciano,
Si sciolgono, si avvicinano o si allontanano
Con il vento, fino a che li perdo di vista
come gli amici che corrono velocemente
Volano i miei aquiloni a tutta la velocità
Sorvolano il Cielo azzurro, Arrivano fino al sole
Che illumina paesaggi nascosti da lunghe catene di monti
che toccano il cielo
Creando un legame profondo ed eterno.
Come sarà bello guardare da giù
Il nostro mondo con i suoi abitanti
Persone diverse, che colorano il nostro mondo
I miei aquiloni sorvolano le lunghe catene di monti
E le nuvole, che assomigliano alle pecore,
Che si trasformano in un grande schermo
Uno schermo della verità
La verità che molte delle persone oneste
Si sentono in colpa
Altre invece si girano di spalle
Mi si spezza il cuore,
Fisso lo schermo della verità
Quando la data del 3 ottobre 2013 è visibile
Un barcone affonda con dei passeggeri
Che hanno seguito i propri sogni
Che, per salvarsi dalle crudeltà nei propri paesi,
Si sono imbarcate con le proprie culture
Verso la salvezza…
Chi può accettare una fine così infame e dolorosa?
Come può dormire un uomo che ha la responsabilità
Delle 363 vite e dei loro sogni?
Vorrei essere un pittore
Un pittore che disegna la speranza delle persone
Non disegna quella che vede ma quella vorrebbe
Vorrei essere una canzone, non una canzone semplice
Però una canzone cantata dalle persone oppresse
Dalle persone che hanno cantato,
Prima di salire sul barcone per i propri sogni
Una canzone per l’amato
Vorrei essere una favola, che non inizia con “c’era una volta”
Ma che inizierà con “i giorni migliori ci aspettano”
Vorrei essere un falegname che aggiusta tutta l’ingiustizia
I miei aquiloni prendono anche i sogni di tutte le persone disperate
E anche delle persone che sono salite sulle barche
Sperando in un futuro migliore
Volano i miei aquiloni, volano e riprendono i miei amici che corrono
Che gioia sarebbe stare di nuovo insieme
Anche se fosse solo un sogno.